Decreto 23 giugno 2022 n. 256 – Criteri Ambientali Minimi per l’edilizia

Pubblicato dal Ministero della Transizione Ecologica e apparso in Gazzetta Ufficiale n. 183, in data odierna entra in vigore il decreto “Criteri ambientali minimi per l’affidamento del servizio di progettazione di interventi edilizi, per l’affidamento dei lavori per interventi edilizi e per l’affidamento congiunto di progettazione e lavori per interventi edilizi”.

I CAM si applicano nelle gare per gli affidamenti di servizi di progettazione e di lavori per interventi edilizi delle pubbliche amministrazioni. I CAM permettono alle stazioni appaltanti di ridurre gli impatti ambientali generati dai lavori per la manutenzione, ristrutturazione e costruzione di edifici pubblici e dalla gestione dei relativi cantieri.
I criteri ambientali minimi (CAM si applicano a tutti gli interventi edilizi di lavori disciplinati dal Codice dei contratti pubblici (D. Lgs. 50/2016), fatta salva l’applicazione di norme più restrittive derivanti da vincoli, piani e regolamenti (ad esempio, vincoli paesaggistici, culturali, idrogeologici, piani paesistici, piani e regolamenti comunali, ecc.).

Prodotti da costruzione

Per i prodotti da costruzione dotati di norma armonizzata, devono essere rese le dichiarazioni di prestazione (DoP) in accordo con il regolamento prodotti da costruzione 9 marzo 2011, n. 305 ed il decreto legislativo 16 giugno 2017 n. 106. 

 Criteri premianti per l’affidamento dei lavori 

  • È attribuito un punteggio premiante all’operatore economico che dimostra la propria capacità di gestire gli aspetti ambientali dell’intero processo attraverso il possesso della certificazione secondo la norma tecnica UNI EN ISO 14001.
  • È attribuito un punteggio premiante all’operatore economico che sia stata sottoposto ad una valutazione del livello di esposizione ai rischi di impatti avversi su tutti gli aspetti non finanziari o ESG (ambiente, sociale, governance, sicurezza, e “business ethics”).
  • È attribuito un punteggio premiante all’operatore economico che fornisce evidenza di adottare dei criteri di selezione dei propri fornitori di materiali, privilegiando le organizzazioni che siano state sottoposte ad una valutazione del livello di esposizione ai rischi di impatti avversi su tutti gli aspetti non finanziari o ESG (ambiente, sociale, governance, sicurezza, e “business ethics”).
  • È attribuito un punteggio premiante all’operatore economico che propone di sostituire uno o più prodotti da costruzione previsti dal progetto esecutivo posto a base di gara con prodotti aventi le stesse prestazioni tecniche ma con prestazioni ambientali migliorative

  • È attribuito un punteggio premiante all’operatore economico che si impegna che si impegna ad approvvigionarsi di almeno il 60% in peso sul totale dei prodotti da costruzione ad una distanza massima di 150 km dal cantiere di utilizzo. Tale distanza è calcolata tra il sito di fabbricazione (ossia il sito di produzione e non un sito di stoccaggio o rivendita di materiali) ed il cantiere di utilizzo dei prodotti da costruzione.
  • È attribuito un punteggio premiante all’operatore economico che si avvale di posatori professionisti, esperti nella posa dei materiali da installare. La norma tecnica di riferimento per i serramenti è la UNI 11673-2, “Posa in opera di serramenti – Parte 2: Requisiti di conoscenza, abilità e competenza del posatore di serramenti”.

Grande interesse, da parte dei partecipanti e soprattutto degli operatori della filiera del serramento, ha suscitato il convegno organizzato da UNICEDIL – Associazione Nazionale Serramentisti, in collaborazione con la Guardia di Finanza, che si è tenuto mercoledì 19 ottobre 2022 a Bologna in occasione del SAIE 2022, dal titolo: 

“Bonus edilizi: i rischi sulle detrazioni fiscali dei serramenti

in caso di controllo sulla marcatura CE da parte della Guardia di Finanza”

Il convegno è iniziato con la presentazione, da parte del Presidente di UNICEDIL Francesco Siervo, dei risultati di un sondaggio promosso dall’Associazione nel primo semestre del 2022 sulla corretta marcatura CE dei prodotti della carpenteria metallica e dei serramenti dal quale è emersa una situazione di sostanziale carenza informativa in cui versano ancora la maggioranza delle imprese del settore sul fronte degli adempimenti normativi in materia di sicurezza prodotti.  

Molto atteso l’intervento del Col. Francesco Basile (Comandante del S.I.A.C – Nucleo Speciale Beni e Servizi della G.d.F.) che ha fatto il punto della situazione in merito ai controlli effettuati dalla Guardia di Finanza su tutto il territorio nazionale nella cosiddetta “Operazione Windows”, oltre che le attività in corso e quelle programmate per il prossimo triennio, con l’obiettivo di reprimere la concorrenza sleale sul mercato e tutelare i consumatori.

UNICEDIL al fine di illustrare in dettaglio i contenuti dell’incontro, e soprattutto per gli interessati che non hanno potuto partecipare al convegno, ha organizzato un webinar gratuito previsto per venerdì 4 novembre 2022 alle ore 15,00 dove saranno proiettati i punti salienti in relazione a:

  • Analisi dei dati emersi dal sondaggio sulla marcatura CE;
  • L’iter dei controlli della G.d.F. sulla marcatura CE dei prodotti;
  • I risultati conseguiti dalla Guardia di Finanza in merito alle verifiche svolte; 
  • I rischi e le conseguenze previste, sotto l’aspetto legale e fiscale, per le imprese, i professionisti e i loro committenti.  

Vuoi partecipare al webinar gratuito?

Iscriviti e conferma ora la tua presenza

(Max 500 posti disponibili)

La notizia del Convegno organizzato da UNICEDIL – Associazione Nazionale Serramentisti, in collaborazione con la Guardia di Finanza che si terrà in occasione della prossima Fiera SAIE a Bologna (19-22 ottobre 2022), è stata diffusa in questi giorni a livello nazionale da svariate testate giornalistiche.

“Bonus edilizi: i rischi sulle detrazioni fiscali dei serramenti in caso di controllo sulla marcatura CE da parte della Guardia di Finanza”

Il Convegno che si svolgerà mercoledì 19 ottobre 2022 alle ore 15,00 (Sala Melodia – 1° piano) verterà su un tema estremamente attuale e sarà un momento di confronto per le imprese e gli operatori della filiera del serramento. 

UNICEDIL – Associazione Nazionale Serramentisti parteciperà alla manifestazione fieristica anche con un apposito “Infopoint CE” (Padiglione 30/Stand F85), in collaborazione con il S.I.A.C. della GdF per dare informazioni gratuite ad operatori e visitatori sugli adempimenti relativi alla marcatura CE dei serramenti e sulle normative vigenti in merito alla sicurezza dei prodotti della carpenteria metallica e dei serramenti. 

Sei un’impresa e vuoi partecipare al Convegno?

Compila il form e prenota gratuitamente il tuo posto.

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto Aiuti bis (Legge 21 settembre 2022, n 142 – GU n.221 del 21/09/2022), vengono introdotte nuove semplificazioni per l’installazione delle  vetrate panoramiche amovibili (VePA),  pertanto,  con l’art. 33-quater, si specifica che ad essa viene estesa la possibilità di far rientrare in edilizia libera l’installazione delle VePa, fatte salve alcune condizioni nel Regolamento comunale oppure nel Codice dei beni culturali. 

Le VePa sono sistemi realizzati con pannelli di vetro completamente trasparenti, senza la presenza di infissi  e quindi con un minimo impatto visivo (pannelli a pacchetto, a libro o scorrevoli sovrapposti). La misura di “semplificazione” è riservata agli interventi di realizzazione e installazione di VePA aventi come requisiti fondamentali l’amovibilità, la totale trasparenza dei pannelli e che non determini maggiore volumetria.

Finalmente, si sblocca l’iter di conversione in legge del decreto Aiuti Bis che consentirà agli istituti di credito di riprendere l’acquisto dei crediti derivanti dai bonus edilizi. 

Il Dl arriverà alla Camera il 15 settembre per l’approvazione definitiva. Per le imprese che hanno maturato sul cassetto fiscale crediti, precedenti al “Decreto anti-frode”, 

la norma prevede la possibilità di asseverare questi crediti ex post e successivamente cedere gli stessi usufruendo della riduzione di responsabilità.

Ricordiamo che UNICEDIL, grazie alla sua area tecnica-normativa offre la possibilità, alle Imprese ad essa Associate, 

di usufruire, grazie al servizio UNIECOBONUS 50%, di un’ assistenza pratica e veloce dedicata allo sviluppo delle pratiche di cessione del credito.

Per maggiori informazioni, è possibile contattare la segreteria al tel: 06.60503062 oppure inviare una richiesta di contatto tramite email a: info@unicedil.eu

Le imprese del settore marcano CE la loro produzione? 

Dopo 4 anni dal precedente sondaggio sulla marcatura CE dei serramenti e dei prodotti della carpenteria metallica, 

UNICEDIL – Associazione Nazionale Serramentisti – promuove un nuovo sondaggio finalizzato a verificare 

come le imprese del settore stanno rispondendo circa l’obbligatorietà della certificazione dei loro prodotti.

Vuoi contribuire all’analisi sullo stato attuale del mercato e ottenere gratuitamente un report di verifica, da parte dell’Area Tecnica di UNICEDIL, sulla documentazione CE dei tuoi prodotti?

I risultati del sondaggio e l’eventuale report di verifica, saranno inviati ai partecipanti che risponderanno ad un breve questionario anonimo, la cui compilazione, ha una durata di circa 2 minuti. 

PARTECIPA ORA AL SONDAGGIO 

E RICEVI LA VERIFICA GRATUITA

SULLA MARCATURA CE


In data 6 agosto 2022 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto 23 Giugno 2022,

“Criteri ambientali minimi per l’affidamento del servizio di progettazione di interventi edilizi, per l’affidamento dei lavori per interventi edilizi e per l’affidamento congiunto di progettazione e lavori per interventi edilizi”.

Il Decreto, che entrerà in vigore dopo 120 giorni dalla sua pubblicazione, abroga e sostituisce il precedente “Decreto CAM 2017”, affrontando numerosi temi di grande rilevanza anche in relazione al mondo dei serramenti, in cui evidenziamo l’ingresso di una normativa tecnica in materia di posa in opera dei serramenti, nell’ambito della legislazione dello Stato.

Il “Decreto CAM 2022” considera l’importanza della capacità tecnica del posatore, riconosciuta tramite certificazione, esclusivamente nell’ambito degli appalti pubblici e in “modalità premiale” e quindi non obbligatoria.

Riteniamo tale provvedimento un passo in avanti verso l’obbligatorietà della certificazione relativa alle competenze degli installatori ma, per una corretta informazione, occorre sottolineare che essa non è obbligatoria se non quando formalmente richiesta da parte della committenza. 

UNICEDIL – Associazione Nazionale Serramentisti  si è sempre fatta garante di qualificare le imprese del settore con l’apposito corso “UNIPOSA” al fine di permettere l’acquisizione del patentino di posatore qualificato, presso l’Istituto Giordano e con la successiva iscrizione presso l’Albo Nazionale Installatori di ACCREDIA.